CENNI ANATOMICI SULLE STRUTTURE DEL GOMITO

L’articolazione del gomito è molto complessa. Essa risulta composta da tre articolazioni inglobate in un’unica capsula. Tali articolazioni sono:

  • Omero-ulnare;
  • Omero-radiale;
  • Radio-ulnare prossimale.

L’omero-ulnare è un ginglimo angolare sottesa tra la troclea omerale e l’incisura trocleare dell’ulna. Essa permette movimenti di flesso-estensione dell’avambraccio sul braccio.

L’omero-radiale è un’articolazione tra il condilo omerale e capitello radiale (articolazione condiloidea), essa partecipa alla flesso-estensione dell’avambraccio sul braccio e alla rotazione nei movimenti di pronosupinazione.

La radio-ulnare prossimale è un trocoide (ginglimo laterale). Essa permette i movimenti di pronosupinazione. Tale articolazione avviene tra l’incisura radiale dell’ulna e la circonferenza articolare della testa del radio.

MEZZI CHE STABILIZZANO L’ARTICOLAZIONE DEL GOMITO

L’articolazione del gomito è stabilizzata da:

  • Capsula rinforzata dai legamenti: collaterali ulnare e radiale che si estendono rispettivamente dall’epicondilo mediale dell’omero al margine mediale dell’incisura trocleare dell’ulna e del processo coronoideo dell’olecrano e dall’epicoldilo laterale dell’omero si inserisce con tre fasci anteriormente e posteriormente all’incisura  radiale dell’ulna (fascio anteriore e medio) e la faccia laterale dell’olecrano (fascio posteriore); legamento quadrato che si estende dal radio all’ulna; legamento anulare del radio che circonda la testa radiale fissandola e permettendone la rotazione nella pronosupinazione;
  • Membrana interossea: lamina fibrosa che occupa lo spazio compreso tra i margini interossei del radio e ulna. Tale membrana separa i muscoli posteriori da quelli anteriori dell’avambraccio.

I legamenti sono rappresentati dai due collaterali ulnare e radiale e  dal legamento quadrato che si estende dal radio all’ulna.

Articolazione del gomito

MOVIMENTI NEI PIANI DELLO SPAZIO

I movimenti dell’articolazione del gomito sono rappresentati da:

  • Flesso estensione;
  • In posizione di flessione sono permessi movimenti di lateralità e tra ulna e radio e di pronosupinazione.

La radioulnare distale è un trocoide (ginglimo laterale) e partecipa, assieme alla prossimale, ai movimenti di pronazione in cui la posizione del radio si porta ventralmente e medialmente all’ulna, e supinazione in cui le ossa sono  nuovamente parallele.

ARTICOLI CORRELATI

Articolazioni della mano

Gleno-omerale

Acromion-clavicolare

Sterno-clavicolare

Spalla: capsula articolare

Ossa dell'arto superiore

Bibliografia:

Trova l’argomento che più ti interessa.

Hai bisogno di aiuto? Di un consulto?

Contatta il professionista più vicino!

Professionista osteolab

Sostieni il blog!

Cliccando sul bottone potrai dare il tuo contributo per il lavoro che svogliamo. Come utilizziamo le entrate del sito? Leggi Qui!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This