RENDITI VISIBILE

Pubblicizza la tua attività anche in modo gratuito su Osteolab. Permetti ai pazienti di trovarti e contattarti per un appuntamento...

APPUNTI DI MEDICINA

Nella formazione di ogni osteopata è di fondamentale importanza la conoscenza della medicina tradizionale...

APPUNTI DI OSTEOPATIA

Ricerche e appunti integrati di Medicina Osteopatica. Appunti di Osteopatia Viscerale, Strutturale e Craniosacrale...

COS’È L’OSTEOPATIA

L'Osteopatia rientra nella branca delle medicine complementari. Lo scopo dell’osteopatia è quello...

SEZIONE VIDEO

Raccolta di video didattici e dimostrativi delle varie tecniche di ascolto e normalizzazioni osteopatiche...

MAPPE CONCETTUALI

Strumenti di studio molto efficaci che permettono di memorizzare e ripassare una grande quantità di informazioni in modo rapido ed efficace...

SHOP

Strumenti utili, se non indispensabili all'esercizio della professione, riportiamo prodotti che reputiamo...

FUNZIONE DELLA MOBILIZZAZIONE DEI TEMPORALI

La mobilizzazione dei temporali è una tecnica che agisce sulla fluttuazione del liquido cefalorachidiano. Essa consta in due modalità di esecuzione in base all’effetto che che desidera l’operatore.

Rotolamento simmetrico

Tecnica molto valida che presenta diversi effetti:

  • Crea un’accelerazione sulla fluttuazione longitudinale del liquido cefalorachidiano;
  • Ha un’azione parasimpaticolitica se effettuata in accelerazione, essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso parasimpatico;
  • Ha un’azione simpaticolitica se effettuata in decelerazione (rallentamento), essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso simpatico.
  • Affinchè vi sia una corretta esecuzione della tecnica, bisogna sincronizzarsi con il movimento respiratorio primario.

Rotolamento asimmetrico

Tecnica molto valida che presenta diversi effetti:

  • Favorisce la fluttuazione trasversale;
  • Ha un’azione simpaticolitica se effettuata in accelerazione, essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso simpatico;
  • Ha un’azione parasimpaticolitica se effettuata in decelerazione (rallentamento), essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso parasimpatico;
  • Affinchè vi sia una corretta esecuzione della tecnica, bisogna sincronizzarsi con il movimento respiratorio primario.

ARTICOLI CORRELATI

Generalità

Fori della base

Ovattamento

Vertigini

Adattamenti base

Liquor e ventricoli

Suture direttrici

Cefalea

Ossa craniche

V-Spread

Bibliografia:
  • Appunti personali.

Trova l’argomento che più ti interessa.

Hai bisogno di aiuto? Di un consulto?

Contatta il professionista più vicino!

Professionista osteolab

Sostieni il blog!

Cliccando sul bottone potrai dare il tuo contributo per il lavoro che svogliamo. Come utilizziamo le entrate del sito? Leggi Qui!

0 commenti

Invia un commento

Pin It on Pinterest

Shares
Share This