RENDITI VISIBILE

Pubblicizza la tua attività anche in modo gratuito su Osteolab. Permetti ai pazienti di trovarti e contattarti per un appuntamento...

APPUNTI DI MEDICINA

Nella formazione di ogni osteopata è di fondamentale importanza la conoscenza della medicina tradizionale...

APPUNTI DI OSTEOPATIA

Ricerche e appunti integrati di Medicina Osteopatica. Appunti di Osteopatia Viscerale, Strutturale e Craniosacrale...

COS’È L’OSTEOPATIA

L'Osteopatia rientra nella branca delle medicine complementari. Lo scopo dell’osteopatia è quello...

SEZIONE VIDEO

Raccolta di video didattici e dimostrativi delle varie tecniche di ascolto e normalizzazioni osteopatiche...

MAPPE CONCETTUALI

Strumenti di studio molto efficaci che permettono di memorizzare e ripassare una grande quantità di informazioni in modo rapido ed efficace...

SHOP

Strumenti utili, se non indispensabili all'esercizio della professione, riportiamo prodotti che reputiamo...

ANCA: DISFUNZIONE IN INTRAROTAZIONE

Nella disfunzione anca in intrarotazione il paziente presenta dolore alla piega inguinale durante la deambulazione con una limitazione di extrarotazione della stessa. Durante la palpazione, essendo davanti ad un’anca con facilità ad andare in rotazione interna e limitazione nella esterna, troveremo il grande trocantere in una posizione anteriorizzata rispetto a quella assunta nella normale fisiologia. Generalmente gli individui con questa disfunzione hanno subito una rotazione interna dell’anca forzata o un eccessivo tono dei muscoli intrarotatori (tensore della fascia lata, medio gluteo, piccolo gluteo).

Trattamento della disfunzione anca in intrarotazione

Paziente in posizione seduta con braccia conserte (incrociate al petto). È consigliabile posizionare il paziente in prossimità del termine del lettino (il lettino deve terminare subito dopo l’arto sano del paziente). L’operatore si pone lateralmente al paziente (controlaterale all’anca in disfunzione). Il paziente posiziona il malleolo esterno dell’arto con la disfunzione di anca sopra il terzo distale di femore dell’arto sano. L’operatore con una mano (posteriore) abbraccia il paziente, con l’altra mano (anteriore) prende contatto con la faccia interna del terzo distale del femore dell’arto in disfunzione. Si chiede una inspirazione con apnea. Durante l’apnea, che ha una durata molto limitata, l’operatore inizia un breve pompage sull’arto in disfunzione. Subito dopo si chiede una espirazione accompagnata da un’apertura dell’angolo presente tra la pelvi e il femore, questo per raggiungere una maggiore extrarotazione dell’arto disfunzionale. Questo procedimento viene ripetuto per 3-4 volte. Ad ogni ripetizione, si mantiene il grado di extrarotazione guadagnato.

Disfunzione anca in intrarotazione

ARTICOLI CORRELATI

Anca in abduzione

Anca in extrarotazione

Anca in adduzione

Anca otturatoria

Anca dorsale

Anca sciatica

Bibliografia:

  • Maurice Audouard, Osteopatia l’arto inferiore, Marrapese 1997;
  • Appunti personali;
  • Esperienza personale.

Trova l’argomento che più ti interessa.

Hai bisogno di aiuto? Di un consulto?

Contatta il professionista più vicino!

Professionista osteolab

Sostieni il blog!

Cliccando sul bottone potrai dare il tuo contributo per il lavoro che svogliamo. Come utilizziamo le entrate del sito? Leggi Qui!

0 commenti

Invia un commento

Pin It on Pinterest

Shares
Share This