Home     Chi siamo     Servizi     Dove siamo    Blog     Contatti

15 Dicembre 2015

L’operatore si pone dietro al paziente. E’ consigliabile porre sul lettino la gamba caudale. Con la mano caudale si afferra l’arto inferiore del paziente a livello del ginocchio. Si pone tenar e ipotenar della mano craniale in zona retrotrocanterica a bloccare la posteriorizzazione dell’articolazione coxofemorale. Il paziente può afferrare l’arto aderente al lettino o no, lo scopo è quello di cercare di mantenere la colonna rettilinea in modo da evitare di compensare l’estensione di coscia a livello delle lombari. Se la ricerca del movimento estensorio è difficoltoso, l’operatore può stendere il suo arto in appoggio sul lettino in modo da portarsi più avanti col busto e ricercare gradualmente l’allungamento dei muscoli quadricipitepsoas e sartorio.

Trattamento generale osteopatica anca decubito laterale

Trattamento dell’anca in decubito laterale

 

Bibliografia:

  • Marcello L. Marasco, Archi funzionali e biomeccanica vertebrale di John Martin Littlejohn, Marrapese 2009.
Autore Angelo Terranova

Autore Angelo Terranova

Osteopata, CEO e fondatore di OsteoLab. Sono sempre stato convinto che la problematica della persona debba essere approcciata in maniera integrata e olistica. Per tale motivo ho creato OsteoLab.

Autore

Angelo Terranova

Osteopata, CEO e fondatore di OsteoLab. Sono sempre stato convinto che la problematica della persona debba essere approcciata in maniera integrata e olistica. Per tale motivo ho creato OsteoLab.

Seguici sui Social

Newsletter

NewsLetter

Rimani sempre aggiornato! Ricevi consigli e promozioni!

Vuoi risolvere i tuoi problemi?

Leggi anche…

Articolazione temporo-mandibolare: valutazione e trattamento

Articolazione temporo-mandibolare: valutazione e trattamento

Non esiste una regola universale che porti l’osteopata a valutare l’apparato stomatognatico del paziente. Sicuramente l’esame obiettivo e l’anamnesi sono fondamentali per darci indicazione di valutazione. Ma quali sono i segni o sintomi che possono consigliare la...

Valutazione osteopatica del cranio: come ci approcciamo

Valutazione osteopatica del cranio: come ci approcciamo

La valutazione osteopatica del cranio, per un osteopata, risulta essere fondamentale nella ricerca della primarietà, ovvero la causa perturbante a cui si deve la sintomatologia presentata dal paziente. Ovviamente la valutazione delle ossa craniche e, di conseguenza,...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi i nostri ultimi articoli

Shares
Share This