La mobilizzazione dei temporali è una tecnica che agisce sulla fluttuazione del liquido cefalorachidiano. Essa consta in due modalità di esecuzione in base all’effetto che che desidera l’operatore.

Rotolamento simmetrico

Tecnica molto valida che presenta diversi effetti:

  • Crea un’accelerazione sulla fluttuazione longitudinale del liquido cefalorachidiano;
  • Ha un’azione parasimpaticolitica se effettuata in accelerazione, essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso parasimpatico;
  • Ha un’azione simpaticolitica se effettuata in decelerazione (rallentamento), essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso simpatico.
  • Affinchè vi sia una corretta esecuzione della tecnica, bisogna sincronizzarsi con il movimento respiratorio primario.

Rotolamento asimmetrico

Tecnica molto valida che presenta diversi effetti:

  • Favorisce la fluttuazione trasversale;
  • Ha un’azione simpaticolitica se effettuata in accelerazione, essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso simpatico;
  • Ha un’azione parasimpaticolitica se effettuata in decelerazione (rallentamento), essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso parasimpatico;
  • Affinchè vi sia una corretta esecuzione della tecnica, bisogna sincronizzarsi con il movimento respiratorio primario.

Bibliografia:

  • Appunti personali.