23 Luglio 2016

Mobilizzazione dei temporali: motivo e descrizione della tecnica

La mobilizzazione dei temporali è una tecnica che agisce sulla fluttuazione del liquido cefalorachidiano. Essa consta in due modalità di esecuzione in base all’effetto che che desidera l’operatore.

Osso temporale

Rotolamento simmetrico

Tecnica molto valida che presenta diversi effetti:

  • Crea un’accelerazionesulla fluttuazione longitudinale del liquido cefalorachidiano;
  • Ha un’azione parasimpaticoliticase effettuata in accelerazione, essa inibiscerallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso parasimpatico;
  • Ha un’azione simpaticoliticase effettuata in decelerazione (rallentamento), essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso simpatico.
  • Affinchè vi sia una corretta esecuzione della tecnica, bisogna sincronizzarsi con il movimento respiratorio primario.

Rotolamento asimmetrico

Tecnica molto valida che presenta diversi effetti:

  • Favorisce la fluttuazione trasversale;
  • Ha un’azione simpaticoliticase effettuata in accelerazione, essa inibiscerallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso simpatico;
  • Ha un’azione parasimpaticoliticase effettuata in decelerazione (rallentamento), essa inibisce, rallenta la trasmissione nervosa del sistema nervoso parasimpatico;
  • Affinchè vi sia una corretta esecuzione della tecnica, bisogna sincronizzarsi con il movimento respiratorio primario.

 

Bibliografia:

  • Appunti personali.
Autore Angelo Terranova

Autore Angelo Terranova

Osteopata, CEO e fondatore di OsteoLab. Sono sempre stato convinto che la problematica della persona debba essere approcciata in maniera integrata e olistica. Per tale motivo ho creato OsteoLab.

Seguici sui Social

Staff osteolab Legnano

Benvenuto su OsteoLab!

Sono Angelo Terranova, CEO e Founder di OsteoLab, il laboratorio della salute. Cosa possiamo fare per te?

Via Solferino 40, Legnano (MI)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi i nostri ultimi articoli

Shares
Share This