Prima di parlare della stitichezza in gravidanza e dei suoi possibili rimedi, è utile comprendere il suo significato.

 

Indice delle informazioni che troverai nell’articolo

Cos’è la stipsi

Tralasciando per un breve momento la gravidanza, gran parte delle persone, usano spesso il termine costipazione, stipsi, stitichezza, tutti termini diversi ma con il medesimo significato. Quindi quando si parla di costipazione, si abbracciano svariete sintomatologie. Non necessariamente un soggetto costipato, risulta essere affetto da problematiche intestinali proprio a causa delle tantissime sintomatologie proprie di questo termine. Infatti, con il termine costipazione si indicano diversi disturbi intestinali come:

  • Feci dure durante l’evacuazione;
  • Transito intestinale rallentato;
  • Evacuazione incompleta;
  • Alterata frequenza di evacuazione (meno di 3 volte a settimana);
  • Tempo eccessivo trascorso in bagno (1)…

Qualora volessi soltanto le informazioni generali sulla problematica, ti consiglio di leggere l’articolo sulla costipazione.

Stitichezza in gravidanza

È opportuno, inoltre, parlare del problema della stipsi in gravidanza poiché risulta presente nel 38% dei casi. Tale situazione si verifica principalmente durante il primo e secondo trimestre (intorno al 35-39%), molto meno si verifica nel terzo trimestre (soltanto nel 17% dei casi) (2).

 

Stitichezza in gravidanza: le cause

Le cause della stitichezza in gravidanza  sono rappresentate principalmente dal cambiamento ormonale al quale sono soggette tutte le donne gravidiche. Infatti, l’aumento dei valori di progesterone e della serotonina, sono tra le maggiori cause della riduzione della motilità intestinale, essi inibiscono la produzione di motilina, un ormone peptidico che ha lo scopo di promuovere la motilità della muscolatura liscia. L’aumento degli estrogeni e del progesterone, portano anche ad un aumento di aldosterone che promuoverà un maggiore riassorbimento di sodio e acqua che porta alla produzione di feci indurite (3).

Terapia della stipsi

Per la risoluzione della stitichezza in gravidanza, il primo approccio è di tipo alimentare, infatti, si consiglia un’adeguata reidratazione seguita da una dieta ricca di fibre. Come altro primo approccio è possibile l’assunzione mix di erbe ma solo per un periodo molto limitato. Qualora questi approcci non fossero sufficienti, è possibile, dietro parere medico, l’uso di lassativi ovviamente non teratogeni e non escreti nel latte materno. Sconsigliato è l’uso di antispasmotici e anticolinergici usati nella sindrome dell’intestino irritabile, poiché controindicati nella gravidanza (2).

Qualora volessi approfondire la terapia della stipsi, in assenza di gravidanza, ti consiglio di leggere il capitolo sulla terapia per la stitichezza.

Osteopatia e stipsi in gravidanza

Tengo a precisare che in osteopatia non esistono protocolli per la risoluzione di una determinata problematica. Questo argomento è stato trattato nel capitolo del trattamento osteopatico nella persona costipata.

Nella donna in gravidanza, le indicazioni o controindicazioni e trattamento non si discostano molto da una normale persona affetta da stitichezza.

Leggi di più sul trattamento osteopatico, ma prima ti consiglio di leggere i consigli riportati in basso riguardo alle posizioni da evitare per la donna in gravidanza.

Sicuramente bisognerà fare maggiore attenzione riguardo la scelta delle manovre di normalizzazione e al posizionamento della donna:

  • Evitare la posizione prona: può dare fastidio a causa della presenza della pancia;
  • Limitare la durata della posizione supina: Durante la gravidanza, specialmente nel periodo tardivo, l’aumento del volume dell’utero può portare ad una compressione della vena cava inferiore (sindrome della vena cava inferiore). Tale situazione porta ad un aumento della pressione venosa degli arti inferiori, diminuzione della gittata cardiaca, alterazione della normale funzione renale. La posizione supina potrebbe favorire tale scenario. Per questo motivo, la permanenza in posizione supina dovrà essere monitorata e di breve durata.

Leggi di più sul trattamento osteopatico della stitichezza, oppure, qualora volessi maggiori informazioni ti consiglio di leggere l’articolo sul trattamento osteopatico di una donna in gravidanza.

 
Angelo Terranova

Angelo Terranova

Fondatore di OsteoLab, Autore

Ciao, mi chiamo Angelo Terranova e sono un Osteopata. La mia passione per l'osteopatia mi ha portato nel 2015 a fondare OsteoLab che, insieme ad alcuni fidati colleghi, mi impegno a mantenere sempre aggiornato.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spero che l'articolo sia stato di tuo gradimento.

👇Qui sotto avrai la possibilità di votare l'articolo e di condividerlo con i tuoi amici 👇