Anca-supino

POSIZIONE ED ESECUZIONE

Operatore omolaterale. Si pone l’anca in massima flessione facendola aderire al petto dell’operatore. Si compiono delle rotazioni interne ed esterne e con la mano craniale si monitora la sacro-iliaca omolaterale ( RI-anteriorità iliaca/RE-posteriorità iliaca).

Bibliografia:

  • Marcello L. Marasco, Archi funzionali e biomeccanica vertebrale di John Martin Littlejohn, Marrapese 2009.