8 Novembre 2020

Fibromialgia

Hai dolori diffusi in tutto il corpo? Mai sentito parlare di Fibromialgia? Ma siete veramente convinti di sapere esattamente di cosa stiamo parlando?

Dolori diffusi in tutto il corpo

La fibromialgia è una sindrome molto invalidante. Essa si presenta nel 3,8% nelle donne e nel 0,5% negli uomini. Nel nostro paese, la sindrome, colpisce circa 2 milioni di italiani. La sua prevalenza aumenta con l’età e, tra i 60 e i 79 anni, aumenta in maniera importante tanto da presentarsi nelle donne con una percentuale che si aggira intorno al 7%. (1)

Sintomi della fibromialgia

Il termine è attualmente utilizzato per indicare disturbi di tipo, di seguito vengono riportati i sintomi della fibromialgia:

  • Dolore Muscolo-scheletrico;
  • Astenia (affaticamento);
  • Dolore generalizzato;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Parestesie;
  • Depressione;
  • Disturbi del sonno; (2)
  • Disturbi dell’umore;
  • Disturbi intestinali;
  • Cefalee;
  • Disturbi dell’apparato urogenitale;
  • Dolori toracici;
  • E molto altro…

Negli ultimi anni la valutazione della sindrome è cambiata e si è notata la comorbilità con cefalea (mal di testa), alcuni studi hanno affermato inoltre il coinvolgimento sia del sistema nervoso centrale che periferico, suggerendo così la presenza di differenti tipologie di sintomi nella fibromialgia (differenti fenotipi).

DI seguito viene riportata una tabella riepilogativa di tutti i sintomi che possono essere presente in un paziente fibromialgico.

Sintomi della fibromialgia

Tabella riepilogativa dei possibili sintomi presenti nella fibromialgia. Tabella estrapolata dall’articolo: 2. G. Cassisi, P. Sarzi-Puttini, A. Alciati, R. Casale, L. Bazzichi, R. Carignola, R.H. Gracely, F. Salaffi, F. Marinangeli, R. Torta, M.A. Giamberardino, D. Buskila, M. Spath, M. Cazzola, M. Di Franco, G. Biasi, S. Stisi, L. Altomonte, G. Arioli, G. Leardini, R. Gorla, A. Marsico, F. Ceccherelli, F. Atzeni. Symptoms and signs in fibromyalgia syndrome. Reumatismo, 2008; 60: Supplemento 1: 15-24;

Fibromialgia: come si diagnostica

La presenza delle diverse sfaccettature della sindrome, presentandosi con così tanti sintomi, rende molto difficile la sua diagnosi. Per tale motivo, la diagnosi della fibromialgia è prettamente clinica. Infatti non esistono biomarcatori che possano indicare la presenza della malattia. C’è da dire che comunque il suo sintomo principale è il dolore cronico diffuso indice dell’interessamento del sistema nervoso centrale che provoco una ipersensibilizzazione diffusa. Spesso a questo dolore cronico diffuso è presente una costellazione di sintomi associati (vedi i sintomi già citati sopra). La sua diagnosi quindi, deriva da una serie di valutazioni cliniche che si basano sulla storia clinica del paziente, su un esame fisico, test di laboratorio ed esclusione di altre malattie che possono giustificare i sintomi. (2)

Per fare diagnosi ci si basa sui criteri dell’ American College of Rheumatology ovvero un questionario che valuta i criteri WPI (indice dolore diffuso) di dolorabilità di almeno 11 punti specifici definiti tender points e SSS (scala della gravità dei sintomi). Ovviamente questa non è la sede nella quale parlare della valutazione della fibromialgia. Tale valutazione riesce a differenziare la fibromialgia da qualsiasi altra malattia reumatica. (3)

Terapia fibromialgia

In principio, la fibromialgia veniva diagnosticata come una malattia puramente di origine psicogena, soltanto negli ultimi anni essa è stata inserita da parte dell’ International Classification of Desease tra le malattie che riguardano i disturbi del sistema muscolo scheletrico.

Ad oggi la terapia della fibromialgia si basa sull’utilizzo di miorilassanti e farmaci che agiscono sull’attività della serotonina. (3) Il suo trattamento farmacologico ha lo scopo di tenere sotto controllo la sintomatologia.

Osteopatia e fibromialgia

In letteratura sono pochissimi gli studi che si occupano della possibile applicazione dell’osteopatia nella fibromialgia. Quello che riporto, riguarda la mia esperienza clinica. Tengo a precisare che l’osteopatia non è da considerarsi una cura alla fibromialgia, ma bisogna vederla come un aiuto alla terapia medica. Principalmente il trattamento osteopatico nella sindrome fibromialgica ha lo scopo di riequilibrare il corpo in maniera globale così da migliorare la sintomatologia attraverso l’utilizzo di differenti tecniche.

Essendo la fibromialgia una malattia che vede interessato anche il sistema nervoso centrale, il trattamento osteopatico si concentrerà molto sul riequilibrio della sfera cranio-sacrale. Tale trattamento, insieme allo yoga e all’agopuntura, è risultato essere efficace ma non risolutivo. Si ha infatti un miglioramento dei sintomi del paziente ma non la loro risoluzione.

 

Bibliografia

  1. Wolfe F, Ross K, Anderson J, Russell IJ, Hebert L. The prevalence and characteristics of fibromyalgia in the general population. Arthritis Rheum. 1995; 38(1):19-28.
  2. Cassisi, P. Sarzi-Puttini, A. Alciati, R. Casale, L. Bazzichi, R. Carignola, R.H. Gracely, F. Salaffi, F. Marinangeli, R. Torta, M.A. Giamberardino, D. Buskila, M. Spath, M. Cazzola, M. Di Franco, G. Biasi, S. Stisi, L. Altomonte, G. Arioli, G. Leardini, R. Gorla, A. Marsico, F. Ceccherelli, F. Atzeni. Symptoms and signs in fibromyalgia syndrome. Reumatismo, 2008; 60: Supplemento 1: 15-24;
  3. White KP, Nielson WR. Cognitive behavioral treatment of fibromyalgia syndrome: a follow-up assessment. J Rheumatol. 1995;22(4):717-721;
Autore Angelo Terranova

Autore Angelo Terranova

Osteopata, CEO e fondatore di OsteoLab. Sono sempre stato convinto che la problematica della persona debba essere approcciata in maniera integrata e olistica. Per tale motivo ho creato OsteoLab.

Autore

Angelo Terranova

Osteopata, CEO e fondatore di OsteoLab. Sono sempre stato convinto che la problematica della persona debba essere approcciata in maniera integrata e olistica. Per tale motivo ho creato OsteoLab.

Seguici sui Social

Newsletter

NewsLetter

Rimani sempre aggiornato! Ricevi consigli e promozioni!

Vuoi risolvere i tuoi problemi?

Ultimi articoli

Intestino e mal di schiena: collegamenti e soluzioni

Intestino e mal di schiena: collegamenti e soluzioni

Non sempre il mal di schiena è da attribuire ad un problema della colonna vertebrale, bensì a ciò che sta davanti ad essa e che si trova ad avere un rapporto molto, molto intimo! Si, parliamo proprio dell'intestino. In questo articolo parleremo di intestino e mal di...

Dolore al collo: text neck. La nuova malattia

Dolore al collo: text neck. La nuova malattia

Il dolore al collo definito come Text Neck, si riferisce al dolore, alla rigidità del collo dovuto alla posizione mantenuta nel tempo della testa durante la visione o l’invio di messaggi tramite smartphone. Indice delle informazioni che troverai nell’articolo Cause;...

Articolazione temporo-mandibolare: valutazione e trattamento

Articolazione temporo-mandibolare: valutazione e trattamento

Non esiste una regola universale che porti l’osteopata a valutare l’apparato stomatognatico del paziente. Sicuramente l’esame obiettivo e l’anamnesi sono fondamentali per darci indicazione di valutazione. Ma quali sono i segni o sintomi che possono consigliare la...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Forse potrebbe interessarti anche…

Shares
Share This