I muscoli dell’anca vengono suddivisi in muscoli interni e muscoli esterni. Originano dalla porzione lombare della colonna vertebrale (rachide lombare) e si inseriscono sul femoreMuscoli anca

CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org;

By derivative work: r@ge (talk)Posterior_Hip_Muscles_1.PNG: Beth ohara – Posterior_Hip_Muscles_1.PNG, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/;

By derivative work: r@ge (talk)Anterior_Hip_Muscles_2.PNG: Beth ohara – Anterior_Hip_Muscles_2.PNG, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Muscoli interni d’anca

I muscoli interni dell’anca sono rappresentati dal muscolo ileopsoas, muscolo che comprende oltre al grande psoas anche il muscolo iliaco che vede le sue fibre fondersi con il grande psoas a livello del bacino, andando così a formare il muscolo ileopsoas. Altro muscolo interno di anca è rappresentato dal muscolo piccolo psoas.

Muscolo ileopsoas

Come già stato detto, il muscolo ileopsoas è un muscolo composto dal muscolo grande psoas e dal muscolo iliaco. Tali muscoli si uniscono distalmente a livello del piccolo trocantere (punto di inserzione comune). Esso fa parte dei muscoli flessori dell’anca.

Il grande psoas origina dai processi trasversi delle prime quattro vertere lombari e dall’ultima vertebra dorsale.  raggiunge la fossa iliaca dove accosta le sue fibre a quelle del muscolo iliaco. Insieme ad esso passa sotto il legamento inguinale per inserirsi sul piccolo trocantere del femore.

Il muscolo iliaco ha la forma di un ventaglio, presenta il medesimo punto di inserzione, ma un’origine differente, infatti esso origina dai 2/3 superiori della fossa iliaca e dalla porzione laterale dell’ala dell’osso sacro.

Muscolo Ileopsoas

By derivative work: r@ge (talk)Anterior_Hip_Muscles_2.PNG: Beth ohara – Anterior_Hip_Muscles_2.PNG, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

 Azione e innervazione

L’azione dell’ileopsoas dipende dal punto fisso che si prende in considerazione:

  • Punto fisso sul bacino e sulla colonna: rappresenta il principale flessore d’anca, adduce e intraruota;
  • Punto fisso sul femore: inclina e ruota dallo stesso lato il tronco.

Il muscolo è innervato dal plesso lombare nello specifico dai rami L1-L3 e secondo alcuni testi anche L4.

Piccolo psoas

Il muscolo piccolo psoas è un muscolo incostante, molto sottile che si trova ventralmente al muscolo grande psoas. Esso origina dal processo trasverso della dodicesima vertebra dorsale e dalla prima vertebra lombare. Si inserisce all’eminenza ileopubica e alla fascia iliaca.

Azione e innervazione

Con la sua azione tende la fascia iliaca e partecipa nella flessione del tronco se si dovesse prendere come punto fisso il femore. Risulta innervato dal plesso lombare e nello specifico dai rami L1-L3.

Muscoli dell’anca esterni

muscoli esterni dell’anca sono più numerosi rispetto agli interni. Essi sono situati nella zona glutea e disposti secondo 3 differenti piani di profondità:

Grande gluteo

Il muscolo grande gluteo è una lamina quadrilatera appiattita ma molto voluminosa che occupa gran parte della regione glutea. Esso è il muscolo gluteo più superficiale.

Grande gluteo

CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Origina nello spazio osseo compreso tra la linea glutea posteriore e la cresta iliaca, prende origine anche dalla fascia del medio gluteo, dal legamento sacro-tuberoso e dalla porzione laterale dell’osso sacro e del coccige. Si dirige in basso e lateralmente per inserirsi alla tuberosità del grande trocantere.

Azione e innervazione

Anche per questo muscolo bisogna analizzare la sua funzione in base al punto fisso che si prende in considerazione.

  • Facendo punto fisso sul bacino: estende e ruota esternamente l’anca;
  • Facendo punto fisso sul femore: estende in tronco e concorre nel mantenimento della stazione eretta.

E’ innervato dal nervo gluteo inferiore L5-S2.

Tensore della fascia lata

Il muscolo tensore della fascia lata è un muscolo appiattito, che decorre lateralmente al femore. Esso origina dalla spina iliaca anteriore (SIAS) e dalla porzione anteriore della cresta iliaca. Termina con un lungo tendine che si fonde con la fascia lata, andando a costituire il tratto ileo tibiale della fascia lata, inserendosi al condilo laterale della tibia.

Tensore fascia lata

CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Azione e innervazione

La sua attivazione comporta una estensione di anca e/o abduzione della stessa.

E’ innervato dal nervo gluteo superiore L4-S1.

Medio gluteo

Il muscolo medio gluteo è un muscolo appiattito di forma triangolare, posto nello strato intermedio e quindi profondamente rispetto al muscolo grande gluteo. Esso si trova compreso nella porzione d’osso compresa tra la linea glutea anteriore e posteriore, dalla cresta iliaca e dalla fascia glutea. Termina con un tendine che si inserisce sulla faccia esterna del gran trocantere del femore.

Medio gluteo

CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Azione e innervazione

Anche per questo muscolo bisogna analizzare la sua funzione in base al punto fisso che si prende in considerazione.

  • Facendo punto fisso sul bacino: abduce l’anca, ruota esternamente con i suoi fasci posteriori e internamente con i fasci anteriori;
  • Facendo punto fisso sul femore: estende in tronco, flette lateralmente il bacino e concorre nel mantenimento della stazione eretta.

E’ innervato dal nervo gluteo superiore L4-S1.

Piccolo gluteo

Il muscolo piccolo gluteo è anch’esso un muscolo triangolare, posto nello strato profondo, sotto al medio gluteo. Esso si trova compreso nella porzione ossea compresa tra la linea glutea inferiore e la linea glutea anteriore e dalla fascia glutea. Termina con un tendine che si inserisce sul margine anteriore del gran trocantere del femore.

Piccolo gluteo

By Beth ohara~commonswiki – Own work, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Azione e innervazione

Anche per questo muscolo bisogna analizzare la sua funzione in base al punto fisso che si prende in considerazione.

  • Facendo punto fisso sul bacino: abduce l’anca, ruota internamente l’anca;
  • Facendo punto fisso sul femore: inclina lateralmente il bacino.

E’ innervato dal nervo gluteo superiore L4-S1.

Piriforme

Il muscolo piriforme è un muscolo di forma triangolare, origina dalla superficie ventrale dell’osso sacro lateralmente ai fori sacrali (S2-S4) e dal margine della grande incisura ischiatica. Si porta lateralmente e si inserisce alla superficie interna del gran trocantere del femore.

Piriforme

By Beth ohara~commonswiki – Own work, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Azione e innervazione

La sua attivazione comporta una rotazione esterna di anca e/o abduzione della stessa. Inoltre ha anche la funzione di stabilizzarla.

E’ innervato dal nervo del plesso sacrale L5-S1, a volte anche S2.

Otturatore interno, otturatore esterno

Il muscolo otturatore esterno origina dalla superficie esterna del forame otturatorio e della membrana otturatoria. Si dirige in dietro, lateralmente e superiormente per inserirsi con un tendine comune nella fossa trocanterica.

Il muscolo otturatore interno ha una forma triangolare, è appiattito e origina dalla faccia interna del forame otturatorio, dalla membrana otturatoria e dalla superficie ossea compresa tra la spina ischiatica e il forame otturatorio. Le fibre si dirigono verso la piccola incisura ischiatica dove cambiano direzione per poi inserirsi, tramite un tendine comune, nella fossa trocanterica.

Otturatore interno esterno

By Beth ohara~commonswiki – Own work, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Azione e innervazione

Sia l’otturatore interno che esterno, se attivati, creano una rotazione esterna di anca. Inoltre hanno anche la funzione di stabilizzarla.

  • Il muscolo otturatore interno è innervato dal nervo del plesso sacrale L5-S2;
  • Il muscolo otturatore esterno è innervato dal nervo otturatore (L1-L4).

Gemello superiore, inferiore e quadrato del femore

Il muscolo gemello superiore origina dalla spina ischiatica, mentre il gemello inferiore dalla tuberosità ischiatica. Il muscolo quadrato del femore, anch’esso origina dalla tuberosità ischiatica. Questi muscoli hanno un decorso orizzontale, il gemello superiore e inferiore, prima dell’inserzione, si uniscono rispettivamente al margine superiore e inferiore del tendine dell’otturatore interno, per poi inserirsi nella fossa intertrocanterica.

Il muscolo quadrato del femore si inserisce alla base del gran trocantere e alla cresta intertrocanterica.

Gemelli quadrato del femore

By Beth ohara~commonswiki – Own work, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

Azione e innervazione

Questi muscoli sono tutti rotatori esterni e stabilizzatori d’anca.

Bibliografia: