Autore: Giuseppe Ilardo

11 Dicembre 2021

Nervo radiale: decorso e descrizione anatomica

Il nervo radiale (C5-T1) origina dalla biforcazione del tronco secondario posteriore del plesso brachiale. Si tratta di un nervo sensoriale e motorio.

Decorso nervo radiale

Decorre sin al primo tratto parallelamente all’arteria ascellare prendendo rapporto inferiormente con l’inserzione distale dei muscoli grande dorsale e grande rotondo. Seguirà successivamente il decorso dell’arteria profonda del braccio (originata dalla arteria brachiale, continuazione dell’arteria ascellare) lungo la fossa del muscolo tricipite (tra il capo lungo e il capo mediale e del muscolo tricipite brachiale), ubicata nella regione del setto intermuscolare laterale, raggiungendo la parte posteriore del braccio.

Nervo radiale

 

Prima di entrare nel solco radiale dell’omero, dal nervo radiale si origina la prima componente sensoriale del nervo radiale, ovvero il ramo cutaneo posteriore del braccio che appoggiandosi lungo la superficie del capo lungo del muscolo tricipite brachiale, innerva la cute del braccio posteriore fino alla fossa olecranica.

Si originano anche i primi rami motori, tra i quali si annoverano quattro componenti, ovvero ramo del capo lungo, ramo del capo laterale e ramo del capo mediale del muscolo tricipite brachiale e ramo per il muscolo anconeo.

Dalla parte posteriore del braccio, il nervo raggiunge la sua parte laterale attraverso il solco del nervo radiale lungo la diafisi omerale (tra le inserzioni del capo lungo e del capo mediale del tricipite) avendo un decorso spiraliforme accompagnato dall’arteria profonda del braccio.

Nervo cutaneo laterale posteriore dell’avambraccio

Sempre a livello del solco radiale, il nervo dà origine al ramo cutaneo laterale posteriore dell’avanbraccio che raggiunge l’avanbraccio passando attraverso la fascia brachiale e giungendo fino alla loggia dei muscoli estensori (posteriormente).

Il nervo cutaneo laterale posteriore dell’avanbraccio origina inoltre il ramo cutaneo inferiore del braccio che decorre cranialmente lungo la parte laterale del braccio (superficialmente al capo laterale del tricipite brachiale).

Il nervo radiale invece continua il suo decorso fino alla fossa radiale (nella regione della fossa cubitale, anteriormente al gomito) passando attraverso il tunnel radiale, lungo il margine laterale del muscolo brachiale e lungo il margine mediale del muscolo brachioradiale.

Componente motoria e sensoriale

Prima della suddivisione del nervo radiale in rami profondo e superficiale, si originano tre importanti rami nervosi di tipo motorio quali ramo del muscolo brachioradiale, ramo del muscolo estensore radiale lungo del carpo e muscolo estensore radiale breve del carpo.

Successivamente quindi, come accennato, il nervo principale suddivide la sua componente motoria da quella sensoriale attraverso:

  • ramo profondo che entra nel primo tratto nella arcata di Frohse (arcata dei supinatori) e continua il suo decorso (sottoforma di nervo interosseo posteriore dell’avanbraccio) in qualità di nervo esclusivamente motorio.

Questo ramo profondo del nervo radiale innerva moltissimi muscoli della loggia degli estensori:

  • estensore ulnare del carpo
  • estensore comune delle dita
  • estensore proprio dell’indice
  • estensore proprio del mignolo
  • estensore lungo del pollice
  • estensore breve del pollice
  • abduttore lungo del pollice

 

  • ramo superficiale che prosegue lungo l’avanbraccio parallelamente alla arteria radiale, dove in porzione distale radiale si volge posteriormente prima di incontrare il processo stiloideo e innerva la porzione dorsale di parte dell’avanbraccio e della mano in qualità di nervo esclusivamente sensoriale.

I rami cutanei coinvolgono la regione della mano dorsale, dal I dito alla metà laterale del IV dito, escludendo le falangi distali del II, III e IV dito.

Le terminazioni nervose di derivazione radiale si anastomizzano con nervi terminali più distali costituenti la “continuazione” della innervazione radiale. L’unica regione ad essere unicamente innervata dal nervo radiale a livello della mano è costituita dalla zona autonoma, ovvero la regione delimitata dal I e II metacarpo e I spazio interosseo dorsali.

Bibliografia

Autore Giuseppe Ilardo

Autore Giuseppe Ilardo

Studente di Medicina e Chirurgia.

Seguici sui Social

Angelo Terranova Osteopata

Benvenuto su OsteoLab!

Sono Angelo Terranova, CEO e Founder di OsteoLab, il laboratorio della salute. Cosa possiamo fare per te?

Via Solferino 40, Legnano (MI)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi i nostri ultimi articoli

Shares
Share This