L’articolazione del gomito è una condiloartrosi. E’ molto complessa come articolazione, risulta composta da tre articolazioni inglobate in un’unica capsula. Tali articolazioni sono:

  • Articolazione Omero ulnare;
  • Articolazione Omero radiale;
  • Articolazione Radio ulnare prossimale.

L’omero ulnare è un ginglimo angolare sottesa tra la troclea dell’omero e l’incisura trocleare dell’ulna. Essa permette movimenti di flesso-estensione dell’avambraccio sul braccio.

L’omero radiale è un’articolazione tra il condilo omerale e capitello radiale (articolazione condiloidea), essa partecipa alla flesso-estensione dell’avambraccio sul braccio e alla rotazione nei movimenti di pronosupinazione.

La radio ulnare prossimale è un trocoide (ginglimo laterale). Essa permette i movimenti di pronosupinazione. Tale articolazione avviene tra l’incisura radiale dell’ulna e la circonferenza articolare della testa del radio.

Articolazione del gomito: mezzi di stabilità

L’articolazione del gomito è stabilizzata da:

  • Capsula rinforzata da: legamento collaterale ulnare (mediale) e legamento collaterale radiale (laterale) che si estendono rispettivamente dall’epicondilo mediale dell’omero al margine mediale dell’incisura trocleare dell’ulna e del processo coronoideo dell’olecrano e dall’epicoldilo laterale dell’omero si inserisce con tre fasci anteriormente e posteriormente all’incisura  radiale dell’ulna (fascio anteriore e medio) e la faccia laterale dell’olecrano (fascio posteriore); legamento quadrato che si estende dal radio all’ulna; legamento anulare del radio che circonda la testa radiale fissandola e permettendone la rotazione nella pronosupinazione;
  • Membrana interossea: lamina fibrosa che occupa lo spazio compreso tra i margini interossei del radio e ulna. Tale membrana separa i muscoli posteriori da quelli anteriori dell’avambraccio.

Articolazione del gomito

Movimenti nei piani dello spazio

I movimenti dell’articolazione del gomito sono rappresentati da:

  • Flesso estensione;
  • In posizione di flessione sono permessi movimenti di lateralità e tra ulna e radio e di pronosupinazione.

La radioulnare distale è un trocoide (ginglimo laterale) e partecipa, assieme alla prossimale, ai movimenti di pronazione in cui la posizione del radio si porta ventralmente e medialmente all’ulna, e supinazione in cui le ossa sono  nuovamente parallele.

Epicondilite o gomito del tennista

L’epicondilite o “gomito del tennista“, è una patologia che colpisce l’arto superiore ed è molto diffusa e ostica da curare. Per epicondilite si indica una tendinopatia localizzata sull’epicondilo laterale del gomito, zona di inserzione dei muscoli estensore comune delle dita ed estensore radiale breve del carpo.

Leggi di più sull’epicondilite

Bibliografia: