Indice

I muscoli della spalla hanno origine dalla cintura scapolo-omerale (cintura pettorale) ed inserzione sull’omero. Essi sono rappresentati da:

  • Deltoide;
  • Sottoscapolare;
  • Sovraspinato;
  • Sottospinato;
  • Piccolo rotondo;
  • Grande rotondo.

Quattro dei muscoli della spalla elencanti, formano la cuffia dei rotatori e nello specifico sono: Sottospinato, Sovraspinato, Sottoscapolare, Piccolo rotondo.

Muscoli della spalla

Muscolo Deltoide

Il muscolo deltoide fa parte dei muscoli della spalla, è un muscolo voluminoso di forma triangolare con base superiore in corrispondenza della clavicola e la scapola ed apice inferiore in corrispondenza dell’omero. Esso ricopre lateralmente dell’articolazione scapolo-omerale determinando la rotondità della spalla. Presenta un’origine acromiale (apice e margine laterale dell’acromion), un’origine calvicolare (terzo laterale del margine anteriore della clavicola) e un’origine spinosa (margine posteriore della spina della scapola). I suoi fasci si portano in basso fino ad unirsi in un robusto tendine alla tuberosità deltoidea dell’omero.

Deltoide

 Azione

La contrazione dell’intero muscolo abduce l’omero fino a 90°. Se si contrae la sola parte clavicolare crea una intrarotazione e flessione dell’omero. La contrazione della parte spinosa crea una extrarotazione ed estensione dell’omero. Se prende punto fisso sull’omero solleva il tronco come nell’atto dell’arrampicarsi.

Muscolo Sottoscapolare

Il muscolo sottoscapolare è un muscolo triangolare che riempie la fossa sottoscapolare della scapola. Origina dalla fossa sottoscapolare della scapola principalmente con le sue fibre mediali che risultano adese al periostio della superficie costale della scapola, si porta in alto e lateralmente passando sotto il processo coracoideo e davanti all’articolazione scapolomerale per inserirsi sul trochine (tubercolo minore) dell’omero. Il suo robusto tendine terminale rinforza la capsula articolare aderendovi.

Sottoscapolare

 Azione

Con la sua azione, il sottoscapolare adduce, intraruota l’omero e stabilizza l’articolazione della spalla.

Muscolo Sovraspinato

Il muscolo Sovraspinato origina dai due terzi mediali della fossa sovraspinata. Le sue fibre convergono sotto l’acromion e si dirigono lateralmente passandovi sotto incrociando l’articolazione acromionclaveare. Il suo robusto tendine si fonde con la capsula articolare, dando, a volte, una benderella al tendine del gran pettorale. Esso si inserisce sulla faccetta superiore del trochite (tubercolo maggiore) dell’omero.

Sovraspinato

 Azione

Contraendosi esso abduce, extraruota l’omero e stabilizza l’articolazione della spalla.

Muscolo Sottospinato

Il muscolo Sottospinato è un muscolo di forma triangolare, origina dalle fibre muscolari derivanti dai due terzi mediali della fossa sottospinata. Le sue fibre convergono in un tendine che si dirige lateralmente passando sotto l’acromion e dietro all’articolazione scapolo-omerale, aderendo alla capsula fibrosa. Il tendine si inserisce sulla porzione media del trochite (tubercolo maggiore) dell’omero.

Sottospinato

 Azione

La sua contrazione extraruota l’omero e stabilizza la spalla.

Muscolo Piccolo rotondo

Il muscolo Piccolo rotondo è un muscolo allungato che origina sotto il muscolo sottospinato e si porta in alto e lateralmente per inserirsi sulla porzione inferiore del trochite (tubercolo maggiore) dell’omero. Il suo tendine aderisce alla superficie posteriore della capsula articolare.

Piccolo rotondo

 Azione

La sua contrazione adduce, extraruota l’omero e stabilizza la spalla.

Muscolo Grande rotondo

Il muscolo Grande rotondo è un muscolo grande ed appiattito, è posto inferiormente al piccolo rotondo, origina dall’angolo inferiore della scapola e dalla metà inferiore della fossa sottospinata, le sue fibre ascendono portandosi lateralmente. Si inserisce sul margine del trochine (tubercolo minore) dell’omero e sul solco intertubercolare.

Grande rotondo

 Azione

La sua contrazione adduce intraruota l’omero.

Bibliografia: